04 giu 2013

Festa a EuroDisney per il principe saudita. Conto: 15 milioni di euro

Niente crisi economica per Fahd al-Saud

PARIGI - Quindici milioni di euro per una festa a Disneyland: non esiste crisi economica per Fahd al-Saud, il principe saudita - con una vera passione per Topolino - che nei giorni scorsi ha invitato 60 persone nel celebre parco d'attrazioni alle porte di Parigi per festeggiare la laurea. L'iniziativa di Fahd al-Saud conferma ciò che i responsabili di EuroDisney vanno dicendo da tempo: il parco non è riservato ai bambini, ma può essere una bella esperienza anche per gli adulti. Tanto che a fine maggio al-Saud ha speso 15 milioni di euro per una vacanza di tre giorni, nel corso della quale ha riservato le attrazioni e ha organizzato diversi spettacoli per una sessantina di invitati, si legge su Ouest France .

«L'evento è stato organizzato a titolo privato», da parte di un servizio dedicato alle prenotazioni speciali da parte dei comitati d'impresa o dei privati. Durante il soggiorno, il principe, che festeggiava il conseguimento di un diploma universitario, ha «privatizzato il parco», vale a dire che alcuni spazi erano riservati per lui durante la giornata, ma anche la mattina prima dell'apertura e la sera. In totale, Fahd ha invitato una «sessantina» di persone, amici che con il principe condividono la passione per Disneyland. Spettacoli su misura sono stati organizzati esclusivamente per loro, anche con «personaggi rari». Secondo una fonte, è stato anche creato «un servizio di sicurezza speciale» per questo visitatore, uno dei migliori clienti dei parchi Disney.

Il quotidiano Metronews dice che è stato il principe stesso ad aver concepito alcuni spettacoli. «Scrive lo show, invia la sceneggiatura a Disney che indica ciò che è realizzabile e poi fa le dovute correzioni», ha spiegato una fonte, citata dal giornale. Quest'anno, ha organizzato una spedizione battezzata «Disney dreamers everywhere», durante la quale ha previsto di visitare tutti i parchi tematici dedicati ai celebri cartoon americani, tra cui Hong Kong, Tokyo e Los Angeles. Per ora, soltanto il conto di EuroDisney si è fermato a 15 milioni di euro. Una somma che per il principe non è problematico spendere. Una boccata d'ossigeno per le finanze dissestate del parco, che attrae ogni anno 16 milioni di visitatori ma non riesce a macinare profitti.

Nessun commento: