11 apr 2012

Da Intel un tablet a basso costo e a prova di urti per gli studenti

Avrà un prezzo di partenza inferiore ai 200 dollari il tablet progettato da Intel per gli studenti. Che punta a entrare tra i banchi di scuola. Ha uno schermo sensibile al tatto da sette pollici: è la porta di accesso per applicazioni software destinate all'apprendimento, elaborate anche attraverso ricerche etnografiche per adattarsi ai mercati locali. Studybook, questo il nome del tablet, ha una videocamera sulla parte anteriore e un'altra sul lato posteriore: diventano il punto di partenza per aggiunte di hardware. Ad esempio, una lente supplementare permette di gestire un microscopio da usare in esperimenti di laboratorio, connesso al display interattivo. È inoltre un archivio per raccogliere libri e accedere alla lettura.

ll software didattico include funzionalità per la gestione dell'aula, applicazioni LabCam che supportano la ricerca scientifica e un e-reader ottimizzato. Il software di collaborazione ha un'interfaccia intuitiva che consente a insegnanti e studenti di collaborare in aula per aumentare l'efficacia dell'apprendimento.

Il tablet è costituito da un singolo pezzo di plastica, con protezioni assorbi-urto intorno allo schermo. È progettato per resistere a cadute accidentali dai banchi scolastici standard, oltre ad essere resistente all'acqua e alla polvere. 

La frontiera ancora da esplorare è nelle nazioni emergenti. Il programma degli obiettivi di fine millennio dell'Onu ha rilevato che a frequentare le aule nei paesi in via di sviluppo durante il periodo dell'istruzione primaria sono in media nove allievi su dieci, ma nelle aree rurali il 31% delle ragazze non conclude gli studi. Ai tablet guardano in molti per allargare i confini della didattica. In India è attesa la seconda generazione di Aakash 2: il prezzo sarà di 35 dollari, grazie al contributo dei sussidi governativi. È dal Medialab del Mit che arriva, invece, XO-3: il debutto sul mercato è previsto per la fine dell'anno.

Nessun commento: