23 mar 2012

L’Amazzonia su Street View

Google si sta evolvendo in modo davvero eccezionale. Mano a mano che il tempo passa ci offre la possibilità di navigare nel mondo grazie alle mappe satellitari e grazie ovviamente anche allo street view in un modo che sino a qualche anno fa era del tutto impensabile.

Oggi Google ci porta addirittura in Amazzonia. Stando comodamente seduti alla nostra scrivania abbiamo infatti la possibilità di attraversare la meravigliosa foresta amazzonica, di navigare le acque del Rio Grande e anche di avventurarci sulle rapide per un'esperienza davvero fuori dal comune, la nuova applicazione di Street View in Amazzonia è davvero entusiasmante. È la prima volta che Google si addentra con lo Street View in un luogo tanto lontano dai centri abitati, un luogo in cui ovviamente non è possibile addentrarsi in automobile e che quindi si pensava non potesse essere accessibile a questa tipologia di strumentazione. Invece eccola qui davanti ai nostri occhi l'Amazzonia con tutte le sue incantevoli bellezze.

Il progetto non è partito solo da Google ma anche da Sustainable Amazon Foundation e si tratta quindi di un progetto che mira a diffondere le immagini di questo territorio in tutto il mondo con la speranza di sensibilizzare quante più persone possibile verso la tutela ambientale.


L'Amazzonia su Street View

In occasione del World Forest Day, la giornata di sensibilizzazione sui temi del cambiamento climatico e della protezione delle foreste che si festeggiava ieri, Google ha annunciato sul proprio blog ufficiale di aver messo online una nuova serie di fotografie del suo servizio Street View. Le foto mostrano a 360 gradi un'ampia area della Riserva del Rio Negro nel bacino dell'Amazzonia in Brasile. L'iniziativa consente di vedere com'è fatta una delle aree più floride del nostro pianeta in cui vivono migliaia di diverse specie, animali e vegetali.

Come accade sullo Street View tradizionale, le immagini sono navigabili e possono essere ingrandite e orientate. Sono visibili ampie porzioni del Rio Negro e molti suoi affluenti in cui crescono gli alberi delle foreste. Quelli di Google hanno anche fotografato alcune comunità che vivono a ridosso dei fiumi, come quella di Tumbira.

Oltre ai percorsi fluviali sono stati fotografati anche alcuni sentieri che attraversano la folta vegetazione della foresta Amazzonica. Le immagini sono particolarmente definite e mostrano diversi particolari della vegetazione e della fauna, se si ha la pazienza di cercare.

Il progetto di Google è stato realizzato in collaborazione con la Fundação Amazonas Sustentável(FAS), una fondazione senza scopo di lucro che si batte per preservare il bacino dell'Amazzonia.

Grazie alle particolari macchine fotografiche panoramiche, sono state scattate più di 50mila immagini di un'ampia area della Riserva. Google ha ottenuto il permesso di fotografare anche zone solitamente precluse ai turisti, per ragioni di sicurezza o di tutela dell'ambiente.

Nessun commento: