Iscriviti al canale Youtube!

25 feb 2020

Ci sono due tipi di ricchi: quelli che fanno finta e quelli che lo sono per davvero

Quante volte si vedono persone sfoggiare la macchina sportiva, o pubblicare le foto in viaggio in posti e resort da sogno, per poi leggere della loro bancarotta qualche anno dopo. Se si pensa anche ai tanti vincitori del lotto che spendono tutto in pochi anni, e spesso le loro storie finiscono malamente nella droga, violenza o addirittura suicidio.
Sembra infatti che la classica opinione che bisogna avere soldi per potersi godere la vita non sia molto corretta se si guarda a questi esempi.
Studiando i milionari di successo intorno al mondo, si può riuscire a capire che la soluzione non sia tanto avere soldi, ma saperli fare, investire e mantenerli.
Ed è proprio questo modo di guardare i soldi che permette a tanti milionari di poter mantenere un buono stile di vita. Gli amatori, quelli che non appena fanno soldi li spendono tutti, dovrebbero cambiare il modo in cui vedono la ricchezza.
La maggior parte dei nuovi milionari di oggi vengono da origini molto umili, è l’era del digitale e grazie anche a questa chiunque può essere un imprenditore e riuscire a guadagnare. Ma quello che spesso non si capisce è che bisogna continuamente educarsi a nuove tecniche, specialmente quelle finanziarie. Se si pensa infatti che una persona nata da una famiglia povera abbia un’innata capacità di gestirsi i soldi si sbaglierà. Spesso il modo in cui gestiamo i nostri soldi è infatti ereditato dalla famiglia in cui siamo cresciuti.
Studiando i meccanismi comportamentali nell’ambito finanziario delle classi di lavoratori comparate a quelle dei milionari, si possono infatti identificare subito delle differenze nella mentalità con cui le diverse persone operano.
In questo articolo si parlerà della mentalità che differisce tra i milionari di successo e i poveri, di come gestire i propri soldi e di come spenderli per divertirsi, per esempio al casinò, senza finire in bancarotta.

La mentalità di un milionario di successo

Si parte dal modo in cui si pensa ai soldi. Tanti libri sul tema, da classici come ‘’Think and Grow Rich’’ di Napoleon Hill a libri moderni come ‘’F.U. Money’’ di Dan Lok , trattano il tema della mentalità di successo applicata ai soldi.
Bisogna avere una mente aperta per comprendere il messaggio di questi libri. Una delle pratiche a cui gli autori invitano è infatti la visualizzazione della ricchezza personale in futuro. Senza pensare che sia possibile diventare ricchi, sarà impossibile diventarlo.
Certamente, non basta solo questo. Al pensiero deve sempre seguire l’azione, ma quello che consigliano i guru è di partire con il costruire una visione di se stessi dove ci si vede già avere successo.
Anche se può sembrare un consiglio semplicistico, basta indagare sugli studi del pensiero positivo in ambito scientifico. Molti studi dimostrano che mantenere una mentalità positiva anche durante le avversità aiuti a pensar meglio. Soprattutto nell’ambito lavorativo, la mentalità positiva aiuta la concentrazione e la creatività di pensiero, cruciale se per esempio bisogna trovare una soluzione ad un problema che ci si presenta davanti.

Ma cosa c’entra questo con lo spendere soldi?

A seguito del pensiero positivo c’è il concetto di abbondanza. Il concetto di abbondanza è di fare decisioni provenendo da una mentalità ricca e non di povertà.
Per fare un esempio, se abbiamo bisogno di un nuovo sito internet per il nostro business, il nostro obiettivo dovrebbe essere ottenere un sito adatto al nostro brand e il più possibile entro il nostro budget. Saper investire è il grande ‘segreto’ dei milionari.

Investire come un milionario

Qualunque milionario di successo sa investire i propri soldi. Per chiarire, come investimento si intende qualunque somma di denaro investita in una risorsa o attività che potrà in futuro portare dei guadagni.
Ci sono molte scuole di pensiero su come investire il proprio capitale e in quale settore si dovrebbe investire. Tutto parte da che tipo di investitore si vuole essere e che obiettivo si ha in mente.
Quando si è agli inizi, il modo migliore di investire è su qualcosa che porterà minimi guadagni, ma che siano stabili e costanti nel tempo. Investimenti come in compagnie già stabili da decenni come Google potrebbe aver senso anziché investire in una nuova start-up.
Anche comprare una casa in una zona soggetta a piani di gentrificazione e che quindi sarà rivalutata può essere un altro esempio di investimento stabile a lungo termine.
Un’altra cosa da considerare è di capire esattamente su cosa si sta investendo. Specialmente agli inizi, ci si può far prendere dall’entusiasmo di un progetto di lavoro che ci è stato presentato, ma come si possono avere garanzie che a lungo termine il progetto funzionerà?
Bisogna conoscere le persone che gestiranno i fondi del nostro investimento e capire se sanno gestirli. Bisogna quindi capire esattamente perché e come il proprio investimento sarà usato.
Ed è proprio la decisione di come spendere soldi che contraddistingue i milionari dai finti milionari.

Come spendono i soldi i milionari

Spesso pensiamo che i milionari siano persone fortunate, che passano più tempo in spiaggia e a pubblicare foto su Instagram che altro. Ma questi sono solo i finti milionari pronti alla bancarotta di cui si parlava prima. Se si leggono infatti le biografie delle persone più ricche al mondo che non hanno ereditato le proprie fortune, si noterà come queste persone hanno sacrificato anni a lavorare prima di avere risultati monetari.
Anche quando i primi guadagni sono arrivati, non li hanno sperperati subito. Basti pensare a Elon Musk, che ottenne intorno ai 70 milioni dalla vendita di PayPal, e che li rinvestì subito nelle due compagnie che ha ancora oggi, Tesla e SpaceX. Musk stesso ha raccontato di come dovette chiedere ad amici aiuto per pagare il suo affitto.
Sembra chiaro, dunque, che per avere successo finanziario l’obiettivo non debbano mai essere i soldi. I soldi sono uno strumento da imparare ad usare per poter ottenere quello che vogliamo di più dalla vita. Se Elon Musk vuole prendersi una vacanza di due mesi, può farlo in qualunque momento. I soldi dunque possono darci libertà di fare ciò che più ci piace, o curarci quando ne abbiamo bisogno, o prenderci cura dei propri cari.
Ed ecco uno dei segreti più grandi dei milionari, quelli veri: non spendono i propri soldi per divertimento. Come?
Per spiegare meglio, ecco un esempio: una persona comune ottiene un salario alla fine del mese e spende i soldi direttamente da quel salario per comprare un videogioco. I soldi spesi nel divertimento sono diversi dai soldi investiti perché non generano un ritorno.
Un milionario tende a non spendere mai i soldi di un proprio stipendio, ma predilige i soldi che stanno rientrando da un investimento.
Per esempio, se un milionario è diventato tale grazie ad un lavoro molto ben pagato, rinvestendo parte del patrimonio in un’azienda di videogiochi, potrà ottenere qualunque videogioco gratuitamente. Oppure, il 10% dei profitti, va ogni mese in un fondo ‘’spese per il divertimento’’ così che non si spenda mai più di quanto si guadagni.
Questo è un meccanismo molto semplice ma che fa la differenza e che può dare la possiilità a chiunque di coltivare delle passioni senza finire in bancarotta.


Nessun commento: