15 apr 2015

Real commerce - Shopping a km 0



Esiste una contrapposizione tra il commercio elettronico e la rete distributiva tradizionale. La nostra idea mira a conciliare le nuove tecnologie con la vendita al dettaglio presso i negozi tradizionali. Vogliamo creare una piattaforma che permette ai clienti di scegliere il prodotto/i da comprare ed indicare in quale negozio fisico vuole trovarli per prima provarli ed essere quindi consigliati sull'acquisto. Contemporaneamente i commercianti possono promuovere i propri prodotti online (come fanno oggi) ma non delegando la distribuzione (ad Amazon ad esempio), ma creando tramite la piattaforma stessa una catena logistica distribuita (globale) di cui fanno parte tutti i commercianti come lui. In poche parole uno shopping a km 0, il cliente ordina online e sceglie in quale negozio provarlo prima di compare. In questo modo i negozi tornano ad essere al centro dello shopping anche se il punto di partenza è online. Il prodotto non sarà quindi per lo più del negozio stesso, che quindi beneficerà di provvigioni di vendita e di una visibilità reale su nuovi clienti che poi probabilmente compreranno anche i suoi specifici prodotti. Non vedremo più arrivare da Singapore un prodotto da 5 euro, ma tutto verrà da negozianti reali. Questo permetterà di abbattere i costi e da un lato anche l'inquinamento, andando a competere con i big in maniera più equilibrata dal punto di vista sociale. E' una risposta concreta alla crisi economica. I vantaggi per i clienti: avere a disposizione la differenziazione e la concorrenzialità dei prodotti online mantenendo però il servizio e il trattamento del negozio fisico (migliore customer experience). Per i commercianti di avere un canale distributivo che porta i clienti nel proprio negozio (anche i clienti degli altri) che scelgono in maniera geografica dove farsi consegnare il prodotto, e poter essere reseller di altri negozi, guadagnando di fatto provvigioni reali. Inoltre possono utilizzare il Real time marketing, ossia i clienti iscritti al servizio essendo geolocalizzati possono ricevere informazioni quando passano davanti allo store fisico, con la proposta di scontistica particolare o di promozioni eccezionali. Il futuro è poi l'Internet of Things, che permetterà di andare verso un modello in cui i prodotti dallo scaffale si mettono online da soli e si promuovono da sole. Ma questa è la Fase 3 del progetto "Real Commerce"….



Nessun commento: