03 apr 2013

Cinque milioni in più alla regina

Elisabetta II ha avuto un aumento di "stipendio" davvero non da poco: soldi per i viaggi, le residenze e il mantenimento della famiglia reale

La regina Elisabetta II ha ottenuto un aumento di "stipendio", e decisamente non di poco conto: per il prossimo anno le sue entrate, garantite dai contribuenti, passeranno da 31 milioni di sterline a oltre 36 milioni. E questo nonostante le politiche di austerità cui il governo non intende rinunciare. 

 

L'aumento che riguarda l'anno fiscale 2013-2014 per il Regno Unito è cominciato ieri e rientra nel nuovo sistema elaborato per finanziare e mantenere la casa reale che sostituisce la `lista civile´, ovvero il `conto´ presentato dalla famiglia reale pagato con le tasse versate dai britannici. 

Lo `stipendio´ della sovrana non è a suo personale uso e consumo, naturalmente, ma viene utilizzato per il mantenimento di tutta la famiglia reale, con annessi e connessi. Innanzitutto per mantenere i palazzi, da Buckingham Palace in poi. E non sono pochi.  

 

A causa di tagli negli ultimi anni, Elisabetta ha dovuto tuttavia rinunciare a diverse opere di ristrutturazione. C'è poi il personale alle dipendenze dei reali, vasto e vario, da maggiordomi a cuochi. Si calcola che solo a questa voce corrisponda una spesa pari a 10 milioni di sterline (circa 12 milioni di euro), che però risulta `congelata´ da qualche anno. 

 

Ci sono poi i viaggi e gli impegni ufficiali, sia nel Regno Unito che all'estero. Quello che invece non rientra in questa lista sono i costi del dispositivo di sicurezza per la protezione dei reali, in cui vengono impiegate non poche forze di Polizia. 

 

L'aumento è dovuto ad un cambiamento nel sistema di finanziamento della casa reale che, d'ora in poi, verrà calcolato sulla base dei profitti annuale della Crown Estate. Ovvero su quanto fruttano le proprietà della regina: Regent Street, Windsor Great Park, ma anche la gran parte della costa britannica e della terra coltivabile nel Paese, fino al suolo dove sorge uno shopping Center a Oxford. Tutto altamente monetizzabile, si pensi solo agli affitti. 

 

Già l'anno scorso, tuttavia, emergeva numeri alla mano che per mantenere la monarchia i contribuenti britannici erano chiamati a fare un ulteriore sforzo. E secondo calcoli del luglio scorso, ogni suddito `devolve´ alla regina 52 centesimi ogni anno. 

Nessun commento: