01 giu 2012

Moratti junior, quattro indagati per il grande loft in stile Batman


La Procura di Milano ha chiuso le indagini sulla struttura in cui il figlio dell'ex sindaco aveva
realizzato una palestra e una piscina. Fra gli indagati anche Moratti e un dipendente comunale

Moratti junior, quattro indagati per il grande loft in stile Batman
Chiuse le indagini sulla 'casa di Batman', il loft in via Ajraghi, a Milano, del figlio dell'ex sindaco Letizia Moratti, Gabriele. Il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di quattro persone, accusate a vario titolo di falso ideologico e abusivismo edilizio. Si tratta di Sabrina Di Pietro, funzionario dello sportello Edilizia del Comune; del progettista Fabrizio Santuccio; dell'esecutore dei lavori, Ezio Maldi, e dello stesso Gabriele Moratti, che era stato indagato poco più di un anno fa per violazione della legge edilizia.

L'interno della casa in stile Batman

Le indagini coordinate dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo hanno appurato che i quattro indagati, in concorso fra loro, avrebbero eseguito in cinque unità immobiliari, tutte destinate a laboratorio, opere edili senza i permessi a costruire. Nell'immobile del figlio della Moratti - che aveva sostenuto che lì dentro aveva sede una sua società di vendita online di abbigliamento - i militari della guardia di finanza hanno trovato una palestra, una piscina, una cucina, un soggiorno e tre camere da letto. Per la realizzazione di tali opere gli investigatori 
hanno riscontrato la presentazione di false attestazioni, nonché omissioni durante i sopralluoghi effettuati dai tecnici comunali.

Nessun commento: