01 mag 2012

Un coffee shop di Maastricht viola lo stop alla vendita di cannabis ai turisti


La protesta scattata il 1° maggio, appena entrata in vigore
la «carta cannabis» nelle province del sud dei Paesi Bassi

Un fumatore in un coffee shop olandese (Ap)Un fumatore in un coffee shop olandese (Ap)
MILANO - In barba alla nuova legge che prevede l'introduzione della «carta cannabis» che permette la vendita della cannabis ai soli cittadini olandesi, un locale di Maastricht ha venduto cannabis ad un gruppo di turisti belgi e tedeschi. «Venite, potete entrare senza "carta cannabis", noi siamo aperti a tutto il mondo» ha detto Marc Joseman, proprietario dell'Easy Going, uno dei 14 coffee shop di Maastricht, accogliendo questa mattina una ventina di turisti. Il fatto è stato constatato da un cronista della France Presse.

DAL 2013 STOP ANCHE AD AMSTERDAM - Gli altri coffee shop della cittadina olandese sono rimasti chiusi martedì primo maggio non in occasione della Giornata mondiale dei lavoratori, bensì per protesta contro le nuova norma che prevede l'entrata in vigore della «carta cannabis» nelle province del sud Paesi Bassi (Zelanda, Brabante e Limburgo-Nord), al confine con Belgio e Germania. La legge sarà estesa nel 2013 anche ad Amsterdam e a tutta l'Olanda.

Nessun commento: