22 mag 2012

Apple prepara l'anti-Instagram più iCloud nel prossimo iOs


Cupertino potenzia le capacità di condivisione nella versione 6 del sistema operativo mobile, e punta sulle immagini. Sincronizzazione anche per note e video, in arrivo Mac portatili con display Retina

LE DATE FISSATE per gli annunci ufficiale sono quelle che vanno dall'11 al 15 giugno, i giorni del Worldwide Developer Conference, in cui Apple raduna gli sviluppatori di software. E nell'occhio del riflettore ci sarà la muova versione del sistema operativo di iPhone e iPad, iOs 6. Le innovazioni introdotte saranno presumibilmente parecchie, e qualcuna già si delinea chiaramente all'orizzonte, come il potenziamento del servizio iCloud. Ma sono in arrivo anche i nuovi Mac basati su tecnologia Ivy Bridge e con display ad alta risoluzione. E probabilmente, senza più lettore ottico.

Anti-Instagram. La condivisione di foto è uno dei fenomeni più interessanti del social web, con Facebook che arriva a pagare un miliardo di dollari per la popolare app di social-photo Instagram. Al momento iCloud, l'ecosistema "sulla nuvola" del mondo Apple, permette di sincronizzare contenuti e applicazioni sui propri dispositivi, ma non di condividerli. In iOs 6 ci sarà proprio questa possibilità, lo "sharing" di immagini accessibile direttamente dalle opzioni di iCloud, al momento non si sa se con potenziamenti dell'app della fotocamera, per aggiungere filtri o effetti, ma non è difficile ipotizzare un upgrade anche per questa funzionalità.
Assieme alle immagini, in iOs 6 si potranno sincronizzare anche le note e i video. Il focus su iCloud è evidente, anche perché è su quel fronte che l'industria compete con maggior vigore, tra le offerte di Microsoft con Skydrive e la piattaforma più complessa di Google. 

Macbook Retina.
 Al momento iCloud conta circa 125 milioni di utenti, ma al Wwdc 2012 si vedranno anche cose meno evanescenti dei servizi cloud, tra cui i nuovi Macbook Pro. Le innovazioni di questa generazione si profilano come importanti: i nuovi portatili della mela saranno basato sulla nuova architettura di Intel, Ivy Bridge, avranno il display "Retina" ad alta risoluzione, e saranno più sottili. La diminuzione di spessore dovrebbe arrivare all'abbandono dell'unità ottica, un taglio che riporta la memoria a quando Apple eliminò il disk drive dagli iMac. E probabilmente addio anche alla porta Ethernet, sostituita da un secondo connettore Thunderbolt e un eventuale adattatore per la Lan fisica. Nessuna notizia ancora sul rinnovo della gamma Mac Pro, molto attesa dai professionisti, anche se da tempo si sente parlare di una riprogettazione completa della macchina, dalla tecnologia allo chassis. Che però, finora non si è concretizzata.

Nessun commento: