02 apr 2012

Apple-addicted, con l’Ipad3 hai tutti i device. Ma se avessi comprato azioni…

Tags: Apple, azioni, Borsa, iPad, iphone, iPod, steve-jobs
Un commento

apple-store-tokyo

Ok, sei stato fra i primi a capire che Steve Jobs stava cambiando il mondo, hai accolto l'iPhone come il telefono che avrebbe rivoluzionato il nostro modo di comunicare, hai sposato la filosofia del iPad e del tablet come dispositivo dell'era del post-PC. Insomma sei diventato un fanboy di Apple a tutti gli effetti. E hai di che ringraziare la società di Cupertino per averti cambiato l'esistenza (in meglio, ovviamente). Ma la questione è un'altra: come sarebbe cambiata la tua vita se al posto dei vari iGadgetavessi acquistato delle azioni Apple? Proviamo a fare quattro calcoli.

Poniamo il caso che nel 2007, all'epoca cioè dell'uscita del primo iPhone, avessi dirottato i 599 dollari che hai consegnato nelle mani del commesso dell'Apple Store in titoli della Mela: ebbene, oggi ti ritroveresti con quasi2.800 dollari nel portafogli. Già, perché cinque anni fa un'azione Apple valeva poco più di 132 dollari, contro i quasi 615 dollari dell'attuale quotazione al Nasdaq: in totale fa un incremento del 358%.

Lo stesso discorso si potrebbe estendere a tutti i vari dispositivi sfornati da Cupertino negli ultimi cinque anni: un iPhone 3GS, pagato 699 dollari nel giugno del 2009, oggi frutterebbe più di 3.000 dollari se al suo posto si fossero comprati titoli, un iPad di prima generazione (829 dollari nel 2010 nella sua versione più ricca) oltre 2.100 euro, un iPod touch (499 euro nel 2007) circa 2.300 dollari [clicca per ingrandire l'immagine].

apple-stocks

Insomma, facendo la somma di tutti i vari device motorizzati iOS usciti dal 2007 ad oggi (oggetti che un vero fanboy dovrebbe avere rigorosamente in bacheca) si scopre che, a fronte di una spesa complessiva di circa 7.800 dollari, il valore equivalente in azioni Apple sarebbe oggi di circa 22.000 dollari (il tutto, ovviamente, senza calcolare i costi relativi al traffico telefonico/dati).

Come dire, hai in tasca tutti i pezzi pregiati dell'hi-tech dei giorni nostri ma potresti avere un'automobile.

Se ti stai mangiando le mani, sappi che c'è chi sta peggio. Sono tutti coloro che hanno acquistato un oggetto marchiato Apple prima del 2000e che oggi sarebbero davvero milionari se avessero avuto l'intuizione giusta. Un Apple PowerBook G3, solo per fare un esempio, costava nel 1997 circa 5.700 dollari. Una cifra che – se investita in Borsa – oggi frutterebbe più di 600 mila dollari…

Nessun commento: