10 feb 2012

Cardinale Romeo, rivelazione choc: «Il Papa entro 12 mesi morirà»

IL DOCUMENTO PUBBLICATO DA «IL FATTO QUOTIDIANO»


Il direttore della Sala Stampa Vaticana: «Si tratta
di farneticazioni che non vanno prese sul serio»

Il cardinale Romeo e  Papa Benedetto XVI

Il cardinale Romeo e Papa Benedetto XVI

PALERMO - «Si tratta, evidentemente, di farneticazioni che non vanno prese in alcun modo sul serio». Così il direttore della Sala Stampa Vaticana, Padre Federico Lombardi, commenta le notizie su un presunto complotto per uccidere Papa Benedetto XVI, pubblicate su Il Fatto Quotidiano e anticipate ieri sera, giovedì 9 febbraio, durante la trasmissione Servizio Pubblico. Secondo quanto riferito durante il programma televisivo dal giornalista Marco Lillo, autore dell'articolo, sarebbe stato il cardinale Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo, a parlare, durante un viaggio in Cina compiuto nello scorso mese di novembre, del fatto che il Papa sarebbe morto entro dodici mesi e gli sarebbe succeduto il cardinale Angelo Scola, ora arcivescovo di Milano.

L'APPUNTO IN TEDESCO - Sempre secondo il Fatto, il racconto del cardinal Romeo avrebbeindotto un altro cardinale, il colombiano Castrillon, che ne era venuto a conoscenza, a scrivere il 30 dicembre dello scorso anno, un appunto riservato in lingua tedesca e a inviarlo al Papa. Benedetto XVI lo avrebbe ricevuto alcuni giorni dopo. Il documento pubblicato per intero dal quotidiano, inizia con un "oggetto" in neretto: «Viaggio del Cardinale Paolo Romeo, Arcivescovo di Palermo, a Pechino a novembre 2011». E così continua: «Durante i suoi colloqui in Cina, il Cardinale Romeo ha profetizzato la morte di Papa Benedetto XVI entro i prossimi 12 mesi. Le dichiarazioni del Cardinale sono state esposte, da persona probabilmente informata di un serio complotto delittuoso, con tale sicurezza e fermezza, che i suoi interlocutori in Cina hanno pensato con spavento, che sia in programma un attentato contro il Santo Padre».

Nessun commento: