28 ott 2011

Jobs cambiava auto ogni sei mesi, svelato il mistero della mercedes senza targa


Il metodo legale (e molto costoso): acquistava una macchina nuova sempre identica

MILANO - Per anni è stato visto scorrazzare per le strade californiane su una Mercedes SL55 AMG priva di targa e i fan della Apple hanno formulato le ipotesi più assurde per spiegare come riuscisse a viaggiare senza infrangere la legge. C'è chi ha sostenuto che l'ex Ceo dell'azienda di Cupertino avesse sostituito la targa con un codice a barre e chi invece assicurava che avesse acquistato un permesso speciale dalla polizia locale. Altri, ancora più fantasiosamente, ipotizzavano che Jobs pagasse ogni mese un numero imprecisato di multe pur di non mettere a rischio la propria privacy. Ma a poche settimane dalla scomparsa del guru della mela morsicata, il mistero della Mercedes di color argento e senza targa è stato svelato da Jon Callas, ex collega di Jobs, oggi amministrazione delegato del gruppo tecnologico Entrust. Callas ha confessato al sito itWire che Jobs aveva trovato un metodo semplice e legale per guidare sempre senza targa: cambiare auto ogni sei mesi

ACCORDO SINGOLARE - L'attuale Ceo di Entrust ha affermato che tutte le spiegazioni presentate fino ad oggi dai seguaci di Jobs sono molto fantasiose, ma nessuna si è avvicinata alla verità. La legislazione californiana - ha spiegato l'attuale Ceo di Entrust - impone agli automobilisti di apporre la targa sul veicolo entro sei mesi dall'acquisto. Jobs, rifacendosi al celebre slogan della Apple «Think different» aveva concluso un accordo davvero singolare con una società di leasing californiana: ogni sei mesi rivendeva la sua Mercedes SL 55 AMG alla compagnia di leasing e ne acquistava una nuova, identica e naturalmente dello stesso colore. Grazie a questo geniale e costoso stratagemma (l'auto costa intorno ai 150 mila euro) il guru informatico non era costretto a mettere la targa al veicolo e poteva tranquillamente viaggiare su tutte le strade della California senza incorrere in sanzioni.

Nessun commento: