29 ago 2011

Se Disney e Mattel sfruttano il lavoro minorile

phppdbxBpPM


I giocattoli vendutissimi della Disney, quelli della Piston Cup con Saetta McQueen, the King and Chick Hicks, sono prodotti in una fabbrica cinese che utilizza lavoro minorile e sfrutta fino allo stremo delle loro forze i lavoratori adulti. L'inchiesta condotta sotto copertura è stata condotta con l'aiuto di Sacom, un gruppo per la difesa dei diritti umani che aveva già svelato gli abusi commessi dalla Apple in Cina. Secondo le accuse alcuni dei 6mila dipendentidevono lavorare 120 ore extra al meseper riuscire a soddisfare la domanda dei negozi occidentali. La fabbrica Sturdy Products ha sede nella città di Shenzhen e confeziona, tra gli altri,  i prodotti della Mattel, la compagnia che il mese scorso ha annunciato profitti per 48 milioni di dollari.  Fra i marchi ci sono anche le Barbie, i giocattoli della Fisher Price, il trenino Thomas e molti altri.

I lavoratori sono stati prima intervistati quando non erano in azienda e poi un investigatore ha passato un mese lavorando nella Sturdy Products per verificare le informazioni ricevute e raccoglierne delle altre.

Tra le accuse raccolte dalla Sacom:  l'utilizzo di minori al di sotto dei 14 anni, l'uso indiscriminato degli straordinari, un ambiente di lavoro malsanodove i dipendenti vengono spesso maltrattati, la mancanza di un'adeguata ventilazione e l'uso di sostanze chimiche velenose.

 L'organizzazione ha messo in guardia i genitori dal comprare i giocattoli prodotti dalla fabbrica: "La Mattel, la Walmart e la Disney dicono sempre di rispettare le leggi locali e i codici di condotta delle loro compagnie ma le violazioni dei diritti umani alla  Sturdy Products provano che le loro dichiarazioni sono solo parole vuote".

Disney, Walmart e Mattel hanno annunciato un'inchiesta indipendente sulla vicenda. "Appena abbiamo saputo delle accuse ci siamo mossi – ha dichiarato la Walmart in un comunicato – , se sono stati compiuti degli abusi agiremo subito di conseguenza".

Nessun commento: