30 ago 2011

«MA SU BERLUSCONI SBAGLIAVO». «LA SENTENZA SUL RISARCIMENTO CIR? MI FA VENIRE I CONATI....» Confalonieri a Montezemolo: «Te lo dico da amico: sta a cà tua...»

Il presidente di Mediaset sconsiglia al numero uno della Ferrari di darsi alla politica: «Lo dissi anche a Silvio...»

Fedele Confalonieri (a sn), ospite al think net di Enrico Letta in Trentino (Imagoeconomica)
Fedele Confalonieri (a sn), ospite al think net di Enrico Letta in Trentino (Imagoeconomica)
ROMA - «A Luca di Montezemolo darei un consiglio da amico, e glielo dico in milanese: sta a cà tua, resta a casa, stai alla larga dalla politica». Così Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset a Radio 24 in diretta da Vedrò, il think net di Enrico Letta in corso in Trentino. «Lo dicevo anche a Berlusconi quasi vent'anni fa - ha aggiunto Confalonieri - anche se alla fine ho avuto torto, e oggi dico la stessa cosa a Luca, stai alla larga dalla politica che è una cosa sfibrante, dura. Non mi sembra adatto, è un consiglio affettuoso». Lo voterebbe Montezemolo? gli chiedono: «Io voterò sempre Silvio - è stata la risposta - e comunque il partito che ha creato e che verrà dopo di lui, però Montezemolo sostiene posizioni ragionevoli, apprezzabili. Anche se tra il dire e il fare... Anche lui vorrebbe abbassare le tasse, ma avrebbe gli stessi problemi che ha incontrato Berlusconi. Comunque alla fine farà di testa sua, come si dice? Faber est suae quisque fortunae, ognuno è artefice del proprio destino».

«magari anche presto. Nella sua testa c'è di finire questa legislatura e poi che se ne occupino gli altri. Credo proprio che abbia deciso di farlo, di lasciare spazio ad altri». «D'altra parte - ha aggiunto Confalonieri - ha nominato alla guida del partito Angelino Alfano, un giovane». E Formigoni potrebbe essere un candidato giusto per il centrodestra? «Mi avvalgo della facoltà di non rispondere», ha replicato. Quanto a Umberto Bossi«è un grande politico, sono un suo ammiratore, nel bene e nel male». E le parolacce? «C`è chi dà i pizzicotti al sedere delle donne, e chi dice parolacce. Ci possono essere delle cadute ma qualche volta la parolaccia significa realismo, verità, autenticità. Spesso ci si nasconde dietro la parola forbita, il ragionamento bizantinismo per non dire niente o per dire qualcosa che resti oscura. Poi, l`età avanza per tutti…». E su Berlusconi ha chiosato: «Nella musica sarebbe Lorenzo Da Ponte, quello che ha scritto il Don Giovanni e Così fan tutte».

«SENTENZA DA CONATI» - Confalonieri è stato sollecitato anche a commentare la sentenza che ha imposto a Mediaset il risarcimento milionario alla Cir di Carlo De Benedetti: «Di fronte a una cosa del genere mi vengono solo dei conati di v…, e non dico nemmeno la parola. Ho una reazione fisiologica, e non voglio aggiungere altro». «E' chiaro che se l'azionista di riferimento ha un salasso del genere la cosa ha una conseguenza - ha sottolineato -: la revisione degli investimenti». Confalonieri si è poi detto d'accordo con Marin Berlusconi quando dice che «c`è un tentativo di cancellare le nostre aziende». «Ha ragione su tutto - ha detto -, condivido in pieno». E quanto ad un'ipotetica staffetta tra padre e figlia nell'ambito della politica: «Non succederà mai, non ci pensa nemmeno lontanamente».

«SILVIO? NON SI RICANDIDERA'» - Quanto allo stesso Berlusconi, secondo Confalonieri non si ricandiderà nel 2013. Il premier, secondo il fidato amico di sempre, lascerà

Nessun commento: