30 giu 2014

Hotel. Quelle richieste da rockstar

Un pappagallo o una danzatrice del ventre. I biglietti (esauriti) per
la finale di Champions o quelli ancor più improbabili per un match tra
gladiatori. Le più stravaganti pretese dei turisti



La dentiera finita nella toilette. Un pappagallo. Un biglietto per
assistere a un combattimento fra gladiatori al Colosseo (evidentemente
con un po' di ritardo). E ancora: cinque chili di ali di pollo, 60
litri di latte destinati a riempire una vasca da bagno e una
telefonata con papa Francesco per capire che tempo facesse a Roma.
Sono solo alcune delle tante richieste bizzarre arrivate alle
reception degli hotel di tutto il mondo e raccolte dall'ultimo,
divertente sondaggio Top Secret Hotel firmato da Lastminute.com.

Per due albergatori su tre - ne sono stati intervistati 500 di diversi
Paesi del mondo - sono le donne a sfoggiare richieste extra più spesso
degli uomini. Bisogni e pretese non di rado fuori dal comune che i
gestori, il più delle volte, hanno tentato di soddisfare nel migliore
dei modi nonostante la loro singolarità e, spesso, evidente
impraticabilità. Lastminute.com le ha organizzate in una decina di
categorie, dalle richieste impossibili a quelle relative ai cibi
stravaganti passando per lusso, feste, bellezza.

Fra le richieste più particolari salta appunto fuori un pappagallo in
un 4 stelle di Andorra o una danzatrice del ventre in un albergo di
Istanbul. Senza contare il cliente che a Duluth, città natale di Bob
Dylan negli Stati Uniti, ha dimenticato degli atti giudiziari
riservati nella sua stanza: un dipendente dell'hotel ha passato due
ore a esaminare ogni sacchetto di spazzatura per farli saltare fuori.
Riuscendoci. E se a Maiorca un ospite ha richiesto un televisore solo
per sfogare la propria rabbia e lanciarlo dalla finestra della sua
camera al nono piano, c'è anche chi ha avuto il coraggio di chiedere a
un membro del personale di uscire a cena insieme. La solitudine fa
brutti scherzi.

Capitolo richieste impossibili: c'è chi avrebbe voluto assistere alla
finale di Champions League a biglietti ormai esauriti e chi un posto
auto nel pieno dell'acquatico dedalo veneziano. Fra quelle
geografiche, invece, spicca almeno il cliente che ha chiesto
informazioni per raggiungere a piedi la Torre di Pisa o quello che
avrebbe voluto telefonare al Santo Padre per avere ragguagli sulla
nuvolosità capitolina. Quanto ai cibi singolari, invece, si passa dai
famosi cinque chili di ali di pollo in un hotel 4 stelle di Berlino
alla Coca-Cola ordinata in un 4 stelle di Milano: era per il cane
dell'ospite.


Il lusso rimane ovviamente una fonte primaria di questo genere di
necessità. Dal mazzo di fiori freschi da trovare ogni mattina (in un
albergo di Barcellona) agli 859 appendiabiti pretesi da un ospite in
un 5 stelle di Budapest. Senza contare l'acquisto di tre borse
griffate da regalare (successo a Kuala Lumpur). Anche il comparto
bellezza ha fornito diversi spunti al sondaggio di Lastminute.com.
Dalla cliente che ha preteso un solarium mobile per tutto il corpo in
un 4 stelle di Amburgo ai 60 litri di latte per un bagno in stile
Cleopatra (ma era di asina?) fino all'ospite che chiamava ogni giorno
il suo 5 stelle di Roma prima di rientrare dallo shopping : voleva che
al suo ritorno fosse pronto un abbondante bagno schiumoso.

Nessun commento: