09 mag 2014

Veronica vuole da Silvio mezzo miliardo E il divorzio Berlusconi diventa guerra


La richiesta della Lario di 540 milioni ha fatto saltare le trattative. Ora tocca ai giudici stabilire il valore dell'assegno finale

Pinterest
0
Email
Stampa
Veronica vuole da Silvio mezzo miliardo   E il divorzio Berlusconi diventa guerra
La causa di divorzio tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario nasconde una battaglia giudiziaria da mezzo miliardo di euro. Lo scrive "l'Espresso", che nel numero in edicola ricostruisce i passaggi fondamentali della trattativa avviata dagli staff legali degli illustri ex coniugi nel tentativo, per ora fallito, di chiudere entrambi i processi civili, in corso a Milano e a Monza, con un accordo economico globale: un unico maxi-assegno definitivo, da versare una volta per tutte.

Circa un anno fa la prospettiva di un accordo aveva portato Berlusconi e la sua ex moglie, dopo mesi di veleni, a rivedersi e a parlarsi anche a tu per tu. La trattativa è naufragata, però, per ragioni economiche: di fronte all'enorme patrimonio dell'ex marito, Veronica Lario gli ha chiesto più di mezzo miliardo.

Per l'esattezza, 540 milioni di euro. Una richiesta che Berlusconi ha bollato come esagerata, sproporzionata, ingiustificabile. Tra denaro e proprietà, il padrone della Fininvest era disposto a liquidarle una cifra superiore a 200 milioni, ma non di più. Meno di metà della somma rivendicata invece da lei, che ha vent'anni meno di lui. A quel punto i contatti tra ex coniugi si sono interrotti. E la partita è tornata in mano alle rispettive squadre di avvocati civilisti, che sono tuttora impegnati nelle due cause parallele: la procedura di separazione, ora in fase d'appello a Milano, e quella di divorzio, che è in primo grado a Monza.

Nessun commento: