29 mag 2014

Forbes incorona ancora Angela Merkel: «è lei la donna più potente»

New York - Angela Merkel si conferma per il quarto anno consecutivo la
donna più potente al mondo: è «l'ossatura e l'architetto dell'Unione
Europea a 28 membri con un pil di 15.800 miliardi di dollari». Al
secondo posto il presidente della Fed Janet Yellen. A stilare la
classifica delle 100 donne più potenti è la consueta classifica di
Forbes, secondo la quale l'ex segretario di stato americano, Hillary
Clinton, che per ora si ferma al sesto posto, risulta più potentedella
First Lady Michelle Obama (ottava), superata anche dall'amministratore
delegato di General Motors,Mary Barra. L'unica italiana in classifica
è Miuccia Prada, 75ma.

Gli Stati Uniti sono i più rappresentati in classifica, occupando 58
posizioni su 100, segue l'Asia con 23 posizioni. Le europee sono
quattro: oltre a Merkel e Prada, in classifica ci sono il direttore
generale del Fondo Monetario Internazionale (Fmi) Christine Lagarde in
quinta posizione ed Elvira Nabiullina, la governatrice della banca
centrale russa al suo esordio in classifica.

La medaglia di bronzo Forbes la concede a Melinda Gates, la moglie di
Bill Gates. Al quarto posto, invece, il presidente del Brasile Dilma
Rousseff. I capi di stato in classifica sono complessivamente nove e
rappresentano 641 milioni di persone. Gli amministratori delegati in
classifica sono invece 28. La più giovane nella top 100 è la star Lady
Gaga al 67mo posto, mentre la più anziana è la Regina Elisabetta in
35ma posizione.

Fra le altre star Forbes incorona Beyoncè, al 17mo posto, e Shakira
58ma. L'attriceAngelina Jolie è 50ma, mentre il direttore di Vogue
America Anna Wintour è 39ma. Molto rappresentata in classifica la
"tecnologia".

Il chief operating officer di Facebook Sheryl Sandberg è nona,
l'amministratore delegato di Ibm Virginia Romettu è 10ma, il numero
uno di Yahoo! Marissa Mayer 18ma. Quanto alla politica, in classifica
figurano anche, oltre a Merkel e Rousseff, le presidenti sudcoreana e
argentina, rispettivamente Park Geun-Hye e Cristina Kirchner all'11mo
e al 19mo posto.Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace birmana, è
61ma.

Nessun commento: