18 gen 2013

Gelati gratis e un party per il lancio di Mega

Kim Dotcom a un anno dall'arresto per MegaUpload 

torna con un nuovo servizio per il download di file illegali

WELLINGTON – Bagno di folla, gelati gratis e un grande party nella sua megavilla in un quartiere esclusivo di Auckland. Kim Dotcom, il peso massimo della pirateria musicale e non solo, al centro di un'indagine statunitense per frode, non si è risparmiato per pubblicizzare l'esordio del suo nuovo sito, mega.co.nz, che aprirà le porte agli amanti di musica e film (illegali) a un anno dal suo arresto, domenica 20 gennaio. «Nel Medioevo – ha affermato Dotcom – i nemici del progresso bruciano libri. Oggi si bruciano i siti Internet. Mega sarà il sito che metterà la parola fine a questa persecuzione».

Dotcom lancia il nuovo MegaDotcom lancia il nuovo Mega    Dotcom lancia il nuovo Mega    Dotcom lancia il nuovo Mega    Dotcom lancia il nuovo Mega    Dotcom lancia il nuovo Mega

GELATI E LIBERTA' - Il 38enne cittadino tedesco (il cui vero nome è Kim Schmitz), attualmente residente in Nuova Zelanda, è apparso nel centro di Auckland, "armato" di gelati creati per l'occasione (al gusto di cioccolato bianco e amarena) che ha distribuito alla folla festante. Sarebbe questo solo un assaggio, ha spiegato, della libertà che si aprirà agli internauti non appena il suo nuovo sito aprirà i battenti. «Sarà molto innovativo, abbiamo inventato cose che Internet non ha ancora sperimentato». 

PARTY ESCLUSIVO - Come il famoso personaggio del romanzo di Roald Dahl "La fabbrica di cioccolato", Willy Wonka, Dotcom distribuirà anche dieci "golden ticket" che garantiranno l'ingresso al party di lancio del nuovo sito che avrà luogo nella sua villa miliardaria di Coatesville. «Sarà una festa straordinaria», ha commentato Dotcom che non ha voluto rivelare dettagli dell'atteso ricevimento. 

MEGA ALL'ESORDIO - L'estroso fondatore del sito di file-sharing Megaupload, oscurato dopo l'accusa da parte dell'Fbi americana di aver incassato 175 milioni di dollari grazie a un business, iniziato nel 2005, di copiatura e di distribuzione di musica, film e altri prodotti coperti da copyright senza la necessaria autorizzazione, ha deciso di ripartire all'attacco con Mega, che consentirà agli utilizzatori di avere il controllo – e anche la responsabilità – dei propri file, aggirando così artificiosamente le leggi statunitensi in tema di copyright. Gli utilizzatori del nuovo servizio potranno caricare, immagazzinare e condividere foto, musica e film, crittografare i file e renderli accessibili usando chiavi personalizzate. Visto che gli operatori di Mega non avranno accesso ai contenuti, non potranno neanche essere considerati responsabili delle attività del sito.

POPSTAR – Dotcom, quindi, con gelati e feste, continua a promuovere il suo nuovo business proponendo un'immagine di combattente della libertà. Salvo poi postare su Twitter un invito agli italiani a utilizzare Mega mostrando una foto dove è in posa accanto alla polizia italiana con una macchina targata "Mafia". Di recente, infine, l'imprenditore pirata ha esordito anche come cantante pop nei mesi scorsi. Suo il motivetto anti-Obama, intitolato "Mr.President", girato nella Rete i mesi scorsi, che farà parte di un album registrato con Printz Board, produttore dei Black Eyed Peas.

Nessun commento: