04 set 2012

Shirley Hornstein, la ragazza che truffò la Silicon Valley



Si spacciava come amica di Justin Timberlake, Adam Samberg e altri grandi nomi dello spettacolo, ma alla fine è stata beccata. Grazie a Photoshop e una serie di bugie protratte nel tempo, era riuscita ad entrare con successo nel mondo delle startup della Silicon Valley come agente d'investimento. Lo scorso giugno fu segnalata anche da Forbes ai primi posti nella lista delle donne più influenti tra i Business Angel d'America, i professionisti in grado di convogliare grossi investimenti in progetti innovativi nell'ambito tecnologico e internet. Poi è caduta la maschera: la Hornstein è stata scoperta e citata in giudizio per falso dalla Founders Fund, la società d'investimento per cui si vantava di lavorare. La notizia ha fatto subito il giro del web e non è mancata ad arrivare la risposta da parte degli utenti dei social network. Chi di fotomontaggio ferisce... 

Nessun commento: