05 set 2012

Party, donne, partite a poker: la nuova vita di Michael Phelps


Festeggiamenti per la fine della carriera da nuotatore

Con il deejay Davi GuettaCon il deejay Davi Guetta
MILANO - Dalla vasca olimpica al party in piscina: se la carriera sportiva di Michael Phelps è finita, quella del festaiolo a tempo pieno sembra appena iniziata. Il plurimedagliato nuotatore americano festeggia il ritiro. Accanto a sexy ragazze in costume, al deejay David Guetta e al tavolo verde del casinò, il «cannibale» di Baltimora si trova perfettamente a suo agio.

LA FESTA DEL CAMPIONE - La maggior parte della sua vita l'ha trascorsa in vasca: ore e ore ad allenarsi. Tuttavia, quelle più piacevoli sembra averle scoperte solo ora: con un grandioso party in piscina nell'Encore Beach Club di Las Vegas è iniziata la nuova vita per il 27enne. A far festa col campione un gruppo di amici e colleghi della squadra statunitense di nuoto: Allison Schmitt, Charles Houchin, Nathan Adrian. La rivista People rivela che la notte prima il ragazzo si è scatenato nel club Surrender assieme al suo amico dj Afrojack. In piscina, il giorno seguente, ha invece mixato i dischi con un'altra superstar della musica dance, David Guetta.

NIENTE VINCITA A POKER - Lo sportivo che ha riscritto la storia del nuoto ha dedicato parte della vacanza anche a un'altra sua grande passione: il poker. Del resto l'esperienza non gli manca. E nemmeno gli amici-professionisti: ha infatti preso spesso lezioni di Texas hold'em da Antonio Esfandiari, il player più vincente della storia del poker (23,2 milioni di dollari nel solo 2012). Phelps, tuttavia, ha smentito le indiscrezioni secondo le quali avrebbe sbancato Las Vegas qualche giorno fa, vincendo 100.000 dollari dopo una partita al Caesar's Palace: «Vorrei aver vinto quei soldi, haha, ma non è vero nulla». Il party per Phelps proseguirà: secondo ilBaltimore Sun e l'Atlantic City Weekly, il 22 settembre prossimo sarà tra gli ospiti della festa in piscina di Atlantic City. Sempre di corsa, insomma. Non sembra poi cambiata molto, la vita della «Pallottola di Baltimora».

Nessun commento: