05 set 2012

Elisabetta Canalis, scene di sesso? «Per Tarantino senza freni» L'ex velina racconta: «Su twitter ho tanti follower feticisti. Se posso li accontento volentieri, ma è incredibile, non gli basta mai»

Elisabetta Canalis in una foto apparsa su «Max»Elisabetta Canalis in una foto apparsa su «Max»
«Sto facendo molti provini per il cinema sia in Italia che in America e sarei anche disposta a girare scene di sesso, - racconta Elisabetta Canalis in un intervista al mensile Max, in edicola dal 6 settembre. Per esempio non avrei alcun freno se diretta da Tarantino».

PIEDI - Così la ex velina, che si dichiara pantofolaia, svela il suo lato sexy e si mostra nelle foto della rivista in tutina in latex mentre impugna un frustino. «Amo leggere letteratura erotica e su twitter ho tanti follower feticisti. Se posso li accontento volentieri, ma è incredibile, non gli basta mai. Quello che mi chiedono più spesso è un primo piano. Dei piedi».

UOMINI - «Il mio nuovo fidanzato? - Elisabetta parla della storia con lo stuntman Steve O - Pensavo fosse un pazzo, invece è molto più assennato di me. Si innervosisce anche solo per come guido! E non vuole neppure che mi faccia un tatuaggio. Lui che ne sfoggia uno con scritto "il mio pene è piccolo"». Il rapporto con gli uomini: : «Spesso spavento gli uomini per il mio modo di pormi sostenuto e non molto accomodante. Con il tempo ho imparato che non devo fare di tutto per piacere loro. Se un amore funziona è anche perché lui vuole stare bene con te». E aggiunge: «Una volta pensavo di dover fare di tutto per piacere a un uomo, ne inventavo una ogni giorno. Oggi credo che se un amore funziona è anche perchè lui vuole stare bene con te».

GELOSIA - E rispetto a George Clooney, del suo rapporto con gli uomini, Elisabetta Canalis non si tira indietro. «Ero molto gelosa - racconta- ma negli ultimi tre anni sono cambiata. Ho realizzato che se frughi con l'occhio del sospetto qualcosa trovi sempre». La gelosia appunto un capitolo su cui dice di aver voltato pagina. «Ero peggio di un investigatore privato -ammette sinceramente- Negli ultimi tre anni sono cambiata, forse perché ho trovato persone che non mi hanno mancato di rispetto. Se vedo il mio ragazzo che riceve messaggi mi giro dall'altra parte». Anche perché, dice, «se frughi con l'occhio del sospetto qualcosa trovi sempre. E poi, quando sono gelosa divento aggressiva, una furia. Mi arrabbio moltissimo. E allora faccio le valigie e me ne vado. Le mie storie si chiudono sempre così, bagagli e cani in macchina, una portiera che sbatte e non ci sono più».

Nessun commento: