17 apr 2012

Parte in Serbia la produzione della Fiat 500L


Marchionne inaugura l'impianto di Kragujevac
«Impianto modello in un paese giovane e dinamico»

Marchionne, «La Serbia è un paese affidabile»

MILANO- La fabbrica Fiat di Kragujevac ha iniziato la produzione nel 1953 con vetture Jeep, «un marchio che oggi fa parte della grande famiglia Fiat». Così Sergio Marchionne, amministratore delegato del Lingotto, accanto al primo ministro di Belgrado Mirko Cvetkovic, all'inaugurazione dell' impianto serbo dove è partita la produzione della 500L. Ricordando che l'anno successivo, nel 54, è iniziato il legame fra l'ex Jugoslavia e la Fiat; e oggi quel filo si riannoda ancora più stretto.

La fabbrica della Fiat 500LLa fabbrica della Fiat 500L    La fabbrica della Fiat 500L    La fabbrica della Fiat 500L    La fabbrica della Fiat 500L    La fabbrica della Fiat 500L

INVESTIMENTO DA 1 MILIARDO-La fabbrica è stata riprogettata secondo gli standard del «World Class Manufacturing» in vigore presso tutti i siti del gruppo Fiat-Chrysler. Un investimento che ha richiesto un 1 miliardo di euro per una capacità produttiva di 200 mila vetture l'anno, con 2.400 posti di lavori creati e altri 1.000 nell'indotto. «La 500L è un'auto chiave per il nostro futuro ed è anche un simbolo delle nostre ambizioni di sviluppo - ha spiegato Marchionne - infatti, porta con sè la straordinaria storia di successo della 500, ampliando ulteriormente la sua gamma di offerta». Inizierà ad essere commercializzata dal prossimo autunno e sarà esportata anche negli Usa. Il prezzo della versione di base partirà da 16 mila euro.

Nessun commento: