17 apr 2012

Mediaset non basta più la De Filippi pensa a Sky


Voci clamorose sulla scadenza del contratto della conduttrice. La signora Costanzo si sarebbe detta "amareggiata"per lo scarso sostegno al suo show "Amici" battuto anche dallo special su Mino Reitano di RaiUno

di SILVIA FUMAROLA
Maria De Filippi, la signora di Canale 5 che con Amici, Italia's got talent, C'è posta per te, Uomini e donne in tutte le versioni ha portato milioni di spettatori e pubblicità a Mediaset, starebbe seriamente pensando di fare le valige per traslocare a Sky. Motivo del contendere il futuro di Amici, la creatura a cui Maria di Mediaset (copyright Littizzetto) tiene di più. Vista la crisi, le riduzione dei cachet e i tagli annunciati dal vicepresidente di Mediaset Piersilvio Berlusconi, il talent show rischia di rimpicciolirsi: non più un progetto da portare fuori dal piccolo schermo (scuola, tour e spettacoli teatrali), ma un programma come gli altri. Il contratto che lega la conduttrice a Cologno Monzese scade a giugno e i nodi vengono al pettine. 

La signora Costanzo, amareggiata "visto che con i suoi programmi ha dato tanto a Canale 5", avrebbe iniziato la trattativa con la tv di Murdoch, per portare Amici su SkyUno dov'è approdato anche X Factor. Difficile traslocare con prodotti da tv generalista come Italia's got talent e C'è posta per te. L'obiettivo è il rinnovo del contratto con Mediaset senza la clausola dell'esclusiva, per poter scorporare Amici, ma sembra difficile che Berlusconi e il direttore generale contenuti di Rti, Alessandro Salem, possano accettare che il volto di Canale 5 diventi testimonial di Murdoch, eterno nemico. E poi c'è un particolare non trascurabile: il format di Amici appartiene alla società Fascino che non è 
di proprietà esclusiva di De Filippi: è sua al 50% (dopo che Costanzo le ha ceduto la sua quota) e al 50% di Mediaset. Quindi Sky dovrebbe accordarsi con Berlusconi per mandare in onda lo show. Un intreccio di interessi su cui si gioca il futuro di Canale 5, che dopo il flop di Grande fratello ("Dovrà riposare per un po'" ha ammesso Berlusconi jr) fa i conti con una stagione opaca.

Alla base della crisi con Mediaset, come avrebbe confidato Maria De Filippi, anche un cambiamento di clima in azienda: poco confronto, navigazione a vista. Berlusconi jr., anticipando la stretta economica, aveva giocato la carta della mozione degli affetti: "È il momento per dimostrare amore verso Mediaset, che ha dato tanto agli artisti. Comprendere la situazione è anche un modo per difendere il loro lavoro futuro". Un futuro che per la conduttrice potrebbe essere lontano da Cologno. De Filippi ha battuto regolarmente Ballando con le stelle, raggiungendo con Italia's got talent gli 8 milioni di spettatori mentre Amici, nonostante i super-ospiti come la glaciale Sharon Stone non ha spiccato il volo. Sabato è stato battuto dallo speciale dedicato a Mino Reitano su RaiUno, due mondi a confronto: i giovani agguerriti urlanti e la vecchia cara tv in bianco e nero. Certo la collocazione di Amici - che ha un pubblico giovane - al sabato, serata in cui i ragazzi non stanno davanti alla tv, non ha giovato agli ascolti. Ma forse anche la formula del talent show va ripensata, perché se RaiUno può contare su un pubblico anziano e fedele, Canale 5 deve fare i conti con spettatori meno âgé ma più inquieti. E non si può più dare niente per scontato.

Nessun commento: