10 apr 2012

Il lusso italiano torna in Borsa Brunello Cucinelli prepara il debutto sul mercato


Il gruppo del cachemire ha ricevuto il via libera da Borsa spa e il 3 maggio, dopo aver ricevuto il placet della Consob dovrebbe fare il suo debutto ufficiale. Per l'azienda umbra è attesa una capitalizzazione di circa mezzo miliardo di euro

di SARA BENNEWITZ MILANO - Il prossimo 3 maggio Brunello Cucinelli si appresta a sbarcare a Piazza Affari. La società che ha sede a Solomeo, punta a raggiungere un valore di mercato di circa mezzo miliardo di euro. L'azienda che porta il nome del suo fondatore ed è specializzata nel cachemire, dovrebbe collocare sul mercato un terzo del suo capitale, raccogliendo così anche qualche risorsa per finanziare l'espansione all'estero. Cucinelli ha un rete fatta da mille piccoli corner dentro gli aeroporti e nei grandi magazzini di tutto il mondo, e di 59 negozi monomarca. Ieri il gruppo ha ricevuto il via libera da Borsa spa, il placet di Consob è atteso giovedì mentre lunedì 16 dovrebbero partire gli incontri con gli investitori istituzionali.

Cucinelli che nei prossimi anni conta di crescere «con il passo del montanaro» che va lento ma avanza inesorabile, ha deciso di sbarcare sul mercato perché «le aziende quotate vivono più a lungo». L'imprenditore umbro ama definirsi «custode» e non padrone, perché l'azienda porta il suo nome ed è frutto della sua creatività, ma con la quotazione «andrà avanti e riuscirà ad attrarre nuovi manager». Intanto la prima matricola del 2012 avrebbe già ingaggiato il futuro responsabile dei rapporti con gli investitori, Pietro Arnaboldi, pescandolo dalla prima società che si appresta a lasciare Piazza Affari, Benetton.

Lo scorso anno è stata invece la volta di due big del lusso italiano, che hanno preso strade diverse. Prada un gigante da 12 miliardi di capitalizzazione, ha preferito sbarcare a Hong Kong, garantendo una finestra sul mondo asiatico, dove il gruppo trae tanta parte del suo fatturato. Salvatore Ferragamo, invece è approdata sul listino italiano lo scorso luglio, e dopo solo sei mesi, è entrata a far parte del Ftse Mib, l'indice delle 40 maggiori società italiane quotate.

Nessun commento: