19 apr 2012

Apple, uno sguardo ai videogiochi e il mistero di Philippe Starck


Il designer francese in un'intervista parla di un "prodotto rivoluzionario" a cui starebbe lavorando con Cupertino, che smentisce. Ma in Rete proliferano le indiscrezioni, e l'avvistamento del Ceo Tim Cook presso uno sviluppatore di videogiochi alimenta i "rumour" sulla fantomatica televisione della mela, la iTv

UN FANTOMATICO "prodotto rivoluzionario" a cui Apple starebbe lavorando arriverà "nei prossimi otto mesi" ha detto Philippe Starck, designer di fama mondiale. E nello sviluppo di questo prodotto, Starck stesso avrebbe un ruolo di primo livello. Ma nell'intervista rilasciata da Starck a Le Figaro, da cui sono partite le ultime indiscrezioni su Cupertino, non sono venuti fuori altri elementi per capire di cosa si tratterebbe. E ad ogni modo, Apple ha smentito di avere in cantiere progetti e collaborazioni con Starck.

LE FOTO
1

Il mistero.
 Eppure, il designer ha frequentato regolarmente Steve Jobs finché era in vita, e tutt'ora visita la famiglia del fondatore di Apple a Palo Alto, dove vive la moglie di Jobs, Laurene Powell. E vista la carriera, che lo ha visto progettare praticamente di tutto, Starck potrebbe aver detto involontariamente qualcosa che non avrebbe dovuto essere detto. Anche perché lui stesso ha poi rimarcato di non poter dire di cosa si tratta, per il "culto della segretezza" che caratterizza l'azienda della mela.

Ma le ipotesi non mancano e le voci, tra indiscrezioni e pura fantasia, aumentano: secondo alcuni Starck avrebbe nel suo studio un prototipo della iTV da 50 pollici, la televisione connessa su cui Steve Jobs stesso aveva speso alcune delle ultime energie. E non sarebbe una tv come tante, ma un apparecchio che può essere controllato con modalità nuove e in grado di "rivoluzionare" il concetto di tv come iPhone ha fatto coi telefoni. 

Videogiochi in tv.
 E c'è una notizia in più che potrebbe corroborare l'arrivo imminente della iTv: l'avvistamento del Ceo di Apple Tim Cook negli uffici di Valve a Bellevue, Washington. Valve sviluppa videogiochi e piattaforme dedicate all'intrattenimento elettronico e alla distribuzione di contenuti. E se la nuova iTv incorporasse un elemento hardware dedicato ai videogiochi, basato su iOs, in grado di interfacciarsi con altri dispositivi e di fatto portare le migliaia di titoli disponibili per iPhone e iPad nei soggiorni? Un dispositivo del genere, magari modulare e sostituibile per cambiare solo il cuore e non il display, e magari unito a un sistema di controllo simile al "Kinect" di Microsoft già installato nella iTv, potrebbe comporre la tv "rivoluzionaria" a cui forse Starck faceva riferimento.
O forse, come si sa per certo, il designer starebbe solo lavorando allo yacht della famiglia Jobs, già da prima della morte del fondatore di Apple. Un progetto segreto di cui il mondo saprà poco, ma che certamente sarà spettacolare.

Nessun commento: