12 gen 2012

Beyoncé, nasce la figlia Ivy ed è subito polemica La bimba iper-accudita in ospedale


Beyoncé e Jay-Z guardano un match di tennis 
La cantante sposata con il rapper Jay-Z sarebbe già oggetto di morboso interesse da parte dei media americani

Beyoncé e Jay-Z guardano un match di tennis
MILANO - E' nata solo sabato scorso («con parto naturale», come ha tenuto subito a precisare la felice mammina, smentendo così il ricorso al cesareo), ma la piccola Blue Ivy Carter è già diventata un caso. Del resto, se sei la prima figlia di due celebrità come Beyoncé e Jay-Z qualche noia devi pur metterla in conto, comprese le lamentele per il trattamento "da cittadine di seconda classe" che le altre partorienti del Lenox Hill Hospital di New York sostengono di aver avuto dal personale, troppo impegnato a seguire la cantante per preoccuparsi "delle comune mortali", al punto che molte di loro starebbero pensando di denunciare la struttura. Non solo. A loro dire, la coppia avrebbe addirittura pagato 1,3 milioni di dollari pur di assicurarsi un intero piano del reparto maternità.

L'OSPEDALE - Accuse che l'ospedale si è però affrettato a smentire, bollandole come "totalmente false", anche se guardando le foto ottenute dal sito TMZ.com della camera dove Beyoncé ha dato alla luce la figlioletta, il primo accostamento che sorge spontaneo è con una suite del Four Seasons, visto che la stanza è dotata di tutti i confort (televisori ultrapiatti alle pareti, dispositivi elettronici di ogni tipo, opere d'arte, salottino immacolato e persino una piccola cucina). In realtà, la suite non è stata costruita specificatamente per la cantante, ma lei è stata comunque la prima ad usufruirne. Quando si dice avere tutte le fortune. Un pensiero che probabilmente sta accompagnando anche Blue Ivy Carter in questi primi giorni di vita, visto che i suoi genitori avrebbero già staccato un assegno di 1,5 milioni di dollari per garantirle un arrivo nel mondo il più soft e lussuoso possibile.

LE NURSERY - A dar retta infatti alla solita fonte bene informata, che ha spifferato tutto al magazine "Star", Beyoncé e Jay-Z avrebbero speso la maggior parte dei soldi nell'allestimento di tre nursery (una in ogni casa), fra culle a forma di carrozza da principessa in solido legno di cedro e piene zeppe di nastri di Poshtots (solo per i letti, il conto avrebbe superato i 370mila dollari); un seggiolone tempestato di Swarovski di Carla Monchen (costo, 15mila dollari) e persino un cavallino a dondolo in oro massiccio fatto a mano dal gioielliere giapponese Ginza Tanaka sul modello di quello realizzato per la nascita del principe Hisahito (valore, oltre 610mila dollari), senza dimenticare la casetta delle bambole modello mulino avento da mettere in giardino e pagata oltre 30mila dollari e una mini Bugatti. Ma è ancora finita, perché ogni bambina vip che si rispetti deve avere anche il suo bel guardaroba griffato e la piccola Blue lo ha inaugurato con un vestitino in seta di Jean Paul Gaultier da 300 dollari, che va ad aggiungersi alla collezione di gioielli (catenine, braccialetti e sonagli in platino, oro e diamanti), tutti presi da Tiffany. E se vi state chiedendo cosa regalare ad una bimba che ha già tutto, potete sempre copiare la stravagante idea di Kelly Rowland, che ha fatto recapitare a casa dell'ex compagna di band nelle Destiny's Child una mini-vasca da bagno in porcellana, tempestata di cristalli Swarovski applicati a mano da un designer californiano, del valore 5mila dollari. Ma visto che di regali per la piccola Blue Ivy Carter ne sono arrivati in abbondanza , Beyoncé ha deciso (o almeno così racconta l'inglese Daily Star) di donarne una parte in beneficenza. E a riprova di quanto la piccola abbia già cambiato la vita di papà, ecco il Jay-Z che non ti aspetti, che non solo dedica alla figlioletta concepita a Parigi la canzone Glory (postata sul suo sito Life & Times ma la accudisce anche personalmente, «sporcandosi le mani per cambiarle i pannolini», come sottolinea un amico al tabloid).

Nessun commento: