18 set 2011

Obama lancia la «Buffet Rule» Per tassare i ricchi Il presidente Usa presenta il piano per ridurre il debito


Barack Obama (Ap)
MILANO - Un sistema di tassazione in base a cui i milionari dovranno pagare almeno la stessa percentuale di tasse che sborsano i contribuenti della classe media. Lo presenterà lunedì il presidente degli Stati Uniti Barack Obama nell'ambito del suo piano per la riduzione del debito. Lo riferisce un funzionario della Casa Bianca, parlando a condizione di rimanere anonimo. La proposta è stata denominata «Buffet rule», dal nome del miliardario Warren Buffet che spesso si è lamentato del fatto che i ricchi come lui pagano una quantità inferiore di tasse rispetto ai contribuenti della classe media. Proprio il mese scorso Buffett aveva scritto sul «New York Times» che lui e i suoi amici ricchi erano «stati viziati abbastanza a lungo da un Congresso amico dei miliardari».




IL PIANO - La proposta della «Buffet rule» andrà ad aggiungersi al piano da 447 miliardi di dollari di nuove entrate fiscali che il presidente Obama sta promuovendo per coprire le spese a breve termine. Il dibattito si annuncia acceso. La scorsa settimana lo speaker della Camera dei rappresentanti, John Boehner, ha annunciato che si opporrà all'aumento delle tasse per ridurre il deficit. Il cosiddetto supercomitato bipartisan per il deficit, intanto, ha tempo fino al 23 novembre per fare le sue raccomandazioni a proposito di modifiche di spesa e tasse federali. Per Boehner il comitato ha «una sola opzione: cioè tagli alla spesa e riforme dei diritti», riferimento quest'ultimo ai programmi federali come Social Security, Medicare e Medicaid (fonte Lapresse).

Nessun commento: