25 set 2011

LA FEDERAZIONE NAZIONALE MEDICI E ODONTOIATRI HA PRESENTATO UNA DENUNCIA AI CARABINIERI Groupon, contro-denuncia ai medici: «La salute a basso costo è un diritto»

La società online, fra altri prodotti di ogni genere, offre anche servizi sanitari a prezzi scontatissimi


MILANO - L'Ordine dei medici ha denunciato Groupon e adesso Groupon (www.groupon.it) denuncia l'Ordine dei medici. La guerra annunciata è già qui. La società che vende prodotti e servizi online fa la sua contromossa per difendersi dalla «campagna mediatica» dei medici che l'accusano, in sostanza, di vendere prestazioni mediche a prezzi troppo stracciati seguendo una «logica da supermercato». La Federazione nazionale dei medici e degli odontoiatri due giorni fa aveva annunciato di aver presentato una denuncia ai carabinieri per la tutela della salute, una al Garante della concorrenza, una ai presidenti di Ordini e Commissioni per gli iscritti all'albo, e aveva scritto anche al ministro della Salute, Ferruccio Fazio.

Risultato: Groupon risponde allo stesso modo. Per la precisione il Gruppo ha fatto sapere ieri di aver preparato «azioni legali volte a segnalare urgentemente all'Antitrust l'attuale campagna mediatica dell'Ordine dei Medici che si rappresenta come un vero boicottaggio del nostro lavoro fondato, tra l'altro, su ricostruzioni fattuali false, nonché su motivazioni assolutamente pretestuose». Casomai non fosse chiaro che a Groupon stavolta se la sono proprio presa, ecco un altro passaggio della nota diffusa venerdì: «E' bene ricordare - scrivono - che, contrariamente all'Ordine dei Medici che tenta di difendere una categoria, limitando al suo interno la libera concorrenza dei suoi iscritti, Groupon veicola un messaggio innovativo e rivoluzionario, facendosi portatore dei diritti dei consumatori che sono liberi di informarsi, scegliere e decidere – a fronte di proposte chiare e trasparenti – dove rivolgersi per usufruire di servizi sanitari».

La concorrenza sleale, in sostanza, la ipotizzano i responsabili del sito, in continua crescita per gli sconti che offre praticamente senza esclusione di campo. E' sufficiente registrarsi e navigare fra le offerte (divise per città) che hanno prezzi scontati anche fino al 90% su tutto: non soltanto prestazioni mediche di vario genere (visite odontoiatriche, ginecologiche, cardiologiche...) ma anche tagliandi per auto, trattamenti estetici, viaggi, cene, palestre... Difficile non fermarsi davanti a costi «risibili», e «più bassi del costo di produzione», come dice l'Ordine dei medici, puntando il dito proprio sul concetto di «outlet della salute».

Nessun commento: