09 set 2011

Berlusconi incontra Draghi: avanti così

Mezz'ora di colloquio per fare il punto sulla situazione economica e finanziaria europea ed internazionale, con un occhio attento alla manovra italiana varata ieri dal Senato e in procinto di essere esaminata dall'Aula di Montecitorio. Cosi' si puo' sintetizzare il breve incontro a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed il Governatore della Banca d'Italia Mario Draghi, prossima guida della Bce, alla presenza del sottosegretario Gianni Letta.

 

Un incontro che in ambienti della maggioranza viene definito cordiale e positivo. Ma anche operativo, sia con la sottolineatura che il decreto approvato da Palazzo Madama, con le ultime modifiche, ha avuto una buona accoglienza sui mercati; sia per rimarcare la necessita', da entrambe le parti, che questa e' la 'strada giusta' da seguire.

Berlusconi e Draghi in una foto d'archivio

 

D'altra parte l'apprezzamento per gli sforzi del nostro paese e per gli impegni presi da Roma, dopo alcune 'esitazioni iniziali', era gia' venuto nel pomeriggio dal governatore uscente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet.

 

I vertici della Bce non sembrano aver preso impegni rigidi sugli acquisti di titoli di Stato, che 'restano di natura temporanea', dei paesi in difficolta' ma hanno garantito che tutti gli strumenti di emergenza, finche' necessari, saranno considerati. Un ragionamento, si spiega sempre in ambienti della maggioranza, che avrebbe fatto anche Draghi al Cavaliere ricevendo la garanzia che l'Italia non abbandonera' la strada intrapresa.

 

I vertici dell'Eurotower si attendono altri impegni sul fronte delle riforme strutturali. E guardano a iniziative a piu' lunga scadenza da parte di tutti gli Stati dell'Ue proprio per impegni di lungo termine, probabilmente come le privatizzazioni e le liberalizzazioni. E non si esclude che anche questi possano essere stati altri capitoli trattati nel breve ma importante incontro di palazzo Chigi.

Nessun commento: